A Capracotta (forse) si torna a sciare alpino

Da oggi, e per tutto il fine settimana, piste aperte al pubblico. A meno di “colpi di scena” dell’ultimo momento

| di Redazione
| Categoria: Sport
STAMPA

«Vorrei partire con una buona notizia per tutti gli appassionati di sci alpino che frequentano di solito la stazione di Capracotta. Dal 25 gennaio e per l’intero fine settimana le piste torneranno ad essere aperte al pubblico, così Capracotta potrà offrire ai suoi visitatori sia la possibilità di sciare sull’anello di fondo sia sulle piste da sci alpino».

Lo ha sottolineato Luciano D’Andrea, maestro di sci di Capracotta iscritto al Collegio dei Maestri di sci del Molise. Seppur in parte, dunque, rientra la polemica che negli ultimi giorni ha avuto gli onori delle prime pagine degli organi di stampa locali anche e soprattutto per il cospicuo numero di disdette di turisti nelle strutture ricettive del paese proprio a causa della chiusura delle piste.

«La questione delle piste da sci alpino di Capracotta è radicata nel tempo. La società Funivie del Molise ha deciso di voler lasciare aperti gli impianti solo nel fine settimana, venerdì, sabato e domenica, nonostante l’amministrazione comunale si stia impegnando da tempo per aggiungere qualche altro giorno. Noi di Capracotta non riusciamo a comprendere come mai in Molise ci siano figli e figliastri. Perché porre maggiore attenzione alla stazione di Campitello Matese e meno a quella di Capracotta? Perché trattare Capracotta come una stazione di serie B? A Capracotta c’è un piccolo impianto di risalita che porta con se costi di gestione limitati ma che, nel contempo, permette all’intera stazione di poter offirire ai turisti un programma più variegato di attività sportiva, sia fondo sia sci alpino. Perché voler negare a Capracotta questa opportunità? Così facendo si va a danneggiare l’immagine turistica del paese e della sua rinomata montagna - ha rimarcato D’Andrea - Per fortuna la stagione di sci di fondo si è aperta regolarmente senza nessun tipo di intoppo, garantendo in pieno la richiesta dei turisti. Quello che vorremmo è che chi di dovere ponesse maggiore attenzione sulle potenzialità turistiche e promozionali di Capracotta e della sua lunga tradizione sciistica sia di fondo sia di sci alpino», ha concluso il maestro D’Andrea.

Va tuttavia specificato che la riapertura delle piste di sci alpino per la giornata odierna non è certa ma probabile, visto che si sta lavorando al completamento degli ultimi controlli dovuti. Tra l'amministrazione comunale di Capracotta e la società Funivie del Molise, fa sapere una nota, "c'è la massima collaborazione sulla quale si baserà ogni decisione presente e futura per il rilancio del turismo e dello sci in particolare dell'intera stazione".

Redazione

Contatti

redazione@iserniaoggi.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK