Partecipa a Isernia Oggi

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L’estate è alle porte: è il momento giusto per lavorare in un call center

Condividi su:

Con la fine della scuola all’orizzonte e la stagione estiva ormai alle porte, per molti studenti è arrivato il momento di pensare alla possibilità di trovarsi un lavoretto estivo. Un’opportunità di impiego che merita di essere presa in considerazione con grande attenzione è quella che permette di diventare operatore di call center: una mansione alla portata di tutti, che prevede una formazione rapida e che offre la possibilità di avvicinarsi al mercato del lavoro anche con un’attività part time.

Queste, dunque, sono settimane fondamentali per gli studenti che vogliono darsi da fare al termine del periodo scolastico: anche per capire in che modo si svolge il lavoro in un call center. Si tratta, molto semplicemente, di gestire le chiamate in uscita o in ingresso, allo scopo di fornire informazioni o assistenza, o anche solo vendere prodotti. È importante conoscere la differenza tra gli operatori inbound e quelli outbound: i primi ricevono e rispondono alle chiamate; i secondi telefono a potenziali clienti, attingendo i loro numeri di telefono da elenchi profilati.

Dopo la fine della scuola, dunque, gli studenti (e non solo, ovviamente) che sono interessati a intraprendere questa opportunità lavorativa, possono avvalersi del portale Callcenter.it, rappresenta una valida soluzione in quanto offre la possibilità di trovare offerte per call center lavoro sempre aggiornate e, a tutti gli effetti, può essere considerato come una vera e propria community di professionisti di questo settore per  operatori inbound e outbound.

Tra i prerequisiti per chi è interessato a questa tipologia di lavoro, servono sicuramente flessibilità e disponibilità a lavorare su turni, fermo restando che in molti casi i contratti che vengono proposti sono di tipo part time. Nel novero delle aziende che di solito hanno bisogno di operatori di call center ci sono le banche, le compagnie assicurative e quelle telefoniche.

Da un punto di vista organizzativo, in un call center c’è un responsabile, o team leader, che coordina le attività di tutti gli operatori e si occupa di verificare il loro rendimento. Lo stipendio di un team leader si aggira intorno ai 1.400 euro netti al mese, mentre si scende un po’ per le altre mansioni: circa 1.000 euro per un impiegato outbound e 1.100 euro per un impiegato inbound, con numeri variabili anche in base all’esperienza già maturata.

Condividi su:

Seguici su Facebook