Turismo tartufigeno, a Busso è realtà: ieri sono arrivati i curiosi del Taiwan da "Di Iorio Tartufi"

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Il turismo tartufigeno in Molise è realtà. Lo è grazie a imprenditori che riescono a incuriosire e a far arrivare in regione persone interessate al prodotto. Nella giornata di ieri a Busso, piccolo comune alle porte di Campobasso, alcuni rappresentanti di Taiwan sono stati presenti nell'azienda "Di Iorio tartufi" per comprendere le peculiarità del fungo ipogeo e anche per gustarne i prodotti. 

Ed è così che sono stati accompagnati in percorsi di ricerca del tartufo bianco e del nero uncinato. Hanno potuto apprezzare la fase della cavatura come anche quella della raccolta. Successivamente sono stati invitati ad un aperitivo a base di tartufo, prodotti al tartufo e tintilia, il rosso dei vitigni del Molise centrale. Incentivare questa particolare attività sarebbe positivo per tutta la Regione. E che chi se ne occupa ci investa seriamente. Perché importante è che i molisani vadano fuori a far conoscere i nostri prodotti, ma lo è altrettanto che da fuori ci si rechi in Molise per rendersi conto di questa realtà. E' importante anche per l'indotto turistico: alberghi, bed and breakfast e ristoranti. Che potrebbero incrementare i loro affari con questi arrivi. 

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@iserniaoggi.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK