Nascerà ad Isernia il primo centro del riuso dei rifiuti urbani della regione Molise

L'iniziativa rientra tra gli interventi previsti nell'accordo di programma dei Pisu sottoscritto dalla Regione con il Comune capoluogo e altri sei Municipi della provincia

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
La sede del Comune di Isernia

Nascerà ad Isernia il primo 'Centro del riuso dei rifiuti urbani' della Regione Molise, uno dei primi dell’Italia centromeridionale. L’Unione Europea, con la direttiva 2008/98/CE e con le linee guida 'Preparing a waste prevention programme' (2012), ha sancito che gli Stati membri, nelle politiche in materia di rifiuti, devono porre al centro il tema della prevenzione, adottando le misure necessarie per promuovere il riutilizzo dei beni. L’Italia, con il recente decreto del Ministero dell’Ambiente del 7 ottobre 2013, ha approvato uno specifico programma nazionale di prevenzione dei rifiuti. "Il Centro del Riuso che nascerà ad Isernia, pertanto, oltre a porsi in piena coerenza con i più recenti dettami normativi, rappresenterà - si legge in una nota del Comune di Isernia - un modello innovativo nelle politiche regionali di prevenzione dei rifiuti. Il centro del riutilizzo, in generale, è un’area attrezzata all’interno della quale, al fine di prolungare il ciclo di vita di determinati beni erroneamente considerati di scarto (indumenti, elettrodomestici, giocattoli, biciclette, passeggini, mobili, ecc.) è possibile svolgere attività di scambio volte al riutilizzo degli oggetti o lasciare beni in 'conto donazione' nonché acquistare determinati prodotti di largo consumo senza imballaggi e ingombranti confezioni. Ne consegue - si sottolinea nella nota di Palazzo San Francesco - una forte valenza educativa dell’iniziativa, finalizzata ad incidere sulla cultura dell’usa e getta e, più in generale, sui comportamenti virtuosi di riduzione dei consumi da parte delle famiglie; grazie al centro del riuso potranno anche essere raggiunti obiettivi di integrazione sociale, microimpresa e solidarietà. Il Centro del Riuso di Isernia, oltre ai locali destinati all’immagazzinamento, catalogazione ed esposizione, verrà dotato di uno spazio in cui realizzare mercatini periodici dell’usato, di una ludoteca del riuso e di ampi spazi verdi in cui collocare aree gioco realizzate con materiali riciclati, di una casa dell’acqua, di una casa del latte, di uno spazio in cui acquistare in modalità 'alla spina' (es. distributori automatici di detersivi), nonché di un’area dedicata alla raccolta differenziata delle più comuni materiali di rifiuto (carta, vetro, plastica, alluminio, medicinali scaduti, batterie esauste, elettrodomestici, ecc.). In sintesi, il centro rappresenterà la declinazione sul territorio della strategia delle tre R: ridurre, riutilizzare e riciclare. La realizzazione del Centro del Riuso di Isernia - si legge ancora nella nota di Palazzo San Francesco - rientra tra gli interventi di cui all’Accordo di Programma 'PISU IS.02' sottoscritto dalla Regione Molise con i Comuni di Isernia (capofila), Carpinone, Miranda, Pesche, Pettoranello di Molise, Castelpizzuto e Macchia di Isernia e si colloca nella più ampia politica di efficienza del sistema di gestione integrata dei rifiuti condotta dall’Assessorato alla Tutela dell’Ambiente della Regione Molise".

redazione

Contatti

redazione@iserniaoggi.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK