Rapina in un'abitazione, i Carabinieri arrestano una 26enne

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

E’ stata arrestata nel corso di un servizio di prevenzione predisposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Isernia, in flagranza di reato, per rapina aggravata in abitazione. Si tratta di F.S., 26enne di Poggio Sannita, la quale si è introdotta questa mattina all’alba all’interno dell’abitazione di una coppia di anziani, anch’essi di Poggio Sannita, e con volto travisato ha stordito i due vecchietti con una bomboletta spray narcotizzante ed ha poi colpito con un tubo di ferro il proprietario 81enne. Subito dopo ha iniziato a rovistare all’interno dell’abitazione per impossessarsi del denaro e di oggetti di valore presenti nell’appartamento, ma non si è accorta che il proprietario seppur ferito alla testa era riuscito ad allertare il 112. Così è tempestivamente intervenuto un equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Agnone che ha bloccato la giovane malvivente. Una volta smascherata, ecco l’amara e incredibile sorpresa, la giovane era la moglie del nipote dei due anziani, che aveva organizzato e quasi portato a compimento “il colpo” mandato poi a monte grazie al provvidenziale intervento dei militari. Nella circostanza sono finiti sotto sequestro una bomboletta spray narcotizzante, un tubo metallico, un paio di guanti, una sciarpa, una fascia copri orecchie e altri oggetti utilizzati per compiere l’azione delittuosa. La 26enne è stata successivamente trasferita presso la Casa Circondariale femminile di Chieti a disposizione della Procura della Repubblica di Isernia, mentre l’81enne ferito è stato soccorso dai medici del 118 intervenuti sul posto, i quali lo hanno giudicato guaribile con una prognosi di pochi giorni.

redazione

Contatti

redazione@iserniaoggi.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK