Prima nevicata in Alto Molise ma sgombero neve assente, 'bufera' di polemiche sulla Provincia

L'imprenditore Carlucci ai politici provinciali: “Se non sono più in grado di garantire i servizi minimi essenziali, si dimettessero tutti senza indugio”

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
La sede della Provincia di Isernia

“Non si può più tollerare che una bandarella di nani politici amministri la Provincia pensando esclusivamente alle proprie poltrone ed ai propri compensi, elargendo migliaia di euro a dirigenti, già profumatamente pagati, perché hanno raggiunto gli obiettivi prefissati (!!!), mentre le comunità del territorio sono lasciate sole, abbandonate a loro stesse, private soprattutto dei servizi minimi essenziali che l’ente Provincia dovrebbe garantire senza se e senza ma. A questo punto come amministratore di un piccolissimo Comune, ma anche in qualità di imprenditore che da anni investe in Altissimo Molise e che cerca di creare, in mezzo a mille difficoltà, lavoro ed economia, chiedo che gli organi politici che amministrano la Provincia di Isernia, presidente in testa, rassegnino le dimissioni e dimostrino, forse per la prima volta nella loro vita politica, di avere a cuore le sorti di un territorio che hanno depredato anche della dignità”. È durissimo l’intervento di Fernando Carlucci, amministratore al Comune di Castelpizzuto ed imprenditore del settore turistico-albeghiero, nei confronti  degli organi politici della Provincia di Isernia. Carlucci, che è impegnato anche in Altissimo Molise dove a Capracotta gestisce una importate struttura ricettiva, proprio a causa dei disagi patiti per la prima copiosa nevicata che sta creando problemi alla viabilità provinciale, attacca Mazzuto & C per “aver messo in ginocchio il territorio provinciale con una politica dissennata”. La conclamata impossibilità, da parte dell’area tecnica della Provincia di Isernia, di intervenire per sanare una problematica sulla strada che collega Isernia a Castelpizzuto ha fatto il resto. “Ho interpellato l’area tecnica della Provincia – precisa Carlucci – per segnalare una grave situazione che da tempo imperversa sul tratto di strada che collega il mio comune con il capoluogo. Mi è stato risposto che non ci sono i soldi per intervenire. Ma non è tutto, perché la Provincia ha inviato ai Comuni una missiva nella quale si fa presente che, per motivi di natura finanziaria (mancano i fondi), il servizio di sgombero neve è messo in serio dubbio e che quindi i Comuni dovranno fare di necessità virtù. Ed i primi risvolti negativi di questo disinteressamento della Provincia si sono visti con la nevicata odierna, con il blocco totale di alcune strade in Altissimo Molise. A Capracotta, ad esempio, era difficilissimo circolare. Se questo è il modo di fare turismo e di creare occasioni di crescita per il territorio – si chiede Carlucci – allora Mazzuto & C non hanno capito assolutamente nulla. Mi chiedo, a questo punto, come potranno fare i cittadini che vivono nei comuni più esposti dal punto di vista climatico se dovesse arrivare una nevicata come quella del 2012. Lor signori che amministrano la Provincia pensano che i Comuni potranno fare tutto da soli, magari chiedendo aiuto alla Protezione Civile o all’Esercito? Cari amministratori – conclude – è arrivato il momento di tirar fuori gli attributi; dimostrate di avere a cuore le sorti dell’intero territorio e dimettetevi tutti, tanto nessuno se ne accorgerà vista l’incapacità che avete dimostrato in questi quattro anni e mezzo di mandato”. 

redazione

Contatti

redazione@iserniaoggi.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK