GALLERIA CHIUSA: ALTO VASTESE ISOLATO

| di Francesco Bottone
| Categoria: Attualità
STAMPA

CASTIGLIONE MESSER MARINO (CH) -  Blocchi di cemento e transenne e così, da questa mattina, l'Alto Vastese è ancora più isolato.

La scellerata decisione della Provincia di chiudere al traffico la galleria "La Civita" deviando il traffico veicolare sul vecchio tracciato della statale Istonia si è tramutata in realtà.

Fregandosene della diffida del sindaco Emilio Di Lizia l'inutile ente che fa capo a Enrico Di Giuseppantonio ha dato un altro schiaffo ai cittadini dell'entroterra Vastese.

Questa mattina i cantonieri sono entrati in azione e hanno posizionato dei blocchi di cemento e delle transenne chiudendo di fatto al traffico quell'importante via di collegamento da e per l'Alto Molise. L'ospedale di Agnone, da questa mattina, è raggiungibile non più in dieci minuti, ma in più di mezz'ora, con buona pace per le cosiddette emergenze.

Sul posto, a tentare di contrastare la chiusura della galleria, si sono recati il sindaco di Castiglione Messer Marino, il vicesindaco Petta e l'assessore Fangio, insieme alla Polizia municipale. Un tentativo fallito, perché gli ordini della Provincia sono stati eseguiti e dunque il tratto stradale e la galleria sono ormai chiusi, fino al prossimo Natale. E così la Provincia ha dimostrato, ancora una volta, di non essere semplicemente un ente inutile, bensì dannoso. Non bastano le frane e gli smottamenti, non bastano le buche e le voragini a rendere pericolosa la viabilità nell'entroterra. Gli scienziati della Provincia, amministratori e tecnici, ci devono mettere del proprio, per dimostrare di essere non inutili, ma addirittura dannosi appunto. E questa mattina ci sono riusciti alla perfezione. Cantieri aperti solo di notte, come avviene ovunque per contenere al minimo i disagi all'utenza, oppure un senso unico alternato, soluzioni troppo normali e di buonsenso per la Provincia? Meglio chiudere completamente la galleria, i residenti si zona si arrangeranno. Come sempre.

Traffico deviato su una mulattiera, sulla ex statale Istonia, un tracciato di guerra, più adatto al transito con muli e somari che a quello di autobus di linea e ambulanze, con i tempi di percorrenza per Agnone che si triplicano. Studenti, lavoratori, pazienti del "Caracciolo", dializzati, sanno ora chi ringraziare.

"Abbiamo tentato di raggiungere telefonicamente gli amministratori provinciali, - commenta l'assessore Enzo Fangio - ma sono tutti impegnati nelle celebrazioni ufficiali del 4 novembre. Non siamo riusciti, così, a fermare questa scellerata decisione della chiusura al traffico. Domani stesso ci recheremo in Provincia per tentare di risolvere questa incredibile situazione che si è venuta a creare".

Francesco Bottone

Contatti

redazione@iserniaoggi.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK