Sito archeologico di San Vincenzo al Volturno, Leva presenta un'interrogazione al Ministro

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
Danilo Leva

Facendo seguito alla dichiarazione di intenti rilasciata in occasione del sit-in organizzato dai sindacati presso il sito di San Vincenzo al Volturno, scaturito dalla decisione della Soprintendenza del Molise di chiudere l’area e trasferire in altra sede il personale , il deputato del Partito Democratico, Danilo Leva, ha presentato un’interrogazione al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali finalizzata ad ottenere chiarezza sul caso, ma anche a mettere in luce, oltre i confini regionali, il patrimonio culturale del Molise purtroppo ancora poco conosciuto e poco fruibile. L’onorevole Leva, ripercorrendo le vicende che dalla scoperta dei reperti hanno portato al progetto di realizzazione di un museo archeologico, ma anche facendo accenno ad altre carenze riferite alla gestione dei siti di interesse molisani, a partire dal Paleolitico Isernia, chiede al Ministro “di sapere quali tempestive ed efficaci iniziative intenda assumere per garantire l’immediato ripristino e la riapertura della sede della soprintendenza ai beni architettonici e paesaggistici del Molise nel comune di Castel San Vincenzo, fornita tra l’altro a titolo gratuito dall’amministrazione comunale e messa in sicurezza con fondi ministeriali”; ma anche “quali iniziative intenda adottare per la valorizzazione dell’intero patrimonio culturale presente in Molise”.

redazione

Contatti

redazione@iserniaoggi.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK